NAZIONE TEMPLARE

Your Title Goes Here

.

05/02/2020 : Il Ministro della Salute Oquinarena fa il punto sul coronavirus di Wuhan

Le grandi epidemie sono tra le paure maggiormente ancorate all’immaginazione collettiva dell’Umanità.

Gli ordini religiosi e cavallereschi sono sempre stati vicini ai malati, non esitando a rischiare la vita per fornire assistenza e conforto alle vittime.

Poiché circolano molte informazioni e alcune ipotesi, è importante fare chiarezza.

L’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un focus sul nuovo coronavirus, individuando aspetti comuni a questo tipo di infezione.

I sintomi della malattia da coronavirus 2019-nCoV (questo è il nome di questo nuovo tipo di coronavirus) sono simili a quelli dell’influenza stagionale e includono febbre, affaticamento, tosse secca, respiro corto, difficoltà respiratorie, polmonite, insufficienza renale e, nei casi più gravi, morte.

Il tasso di mortalità per i pazienti infetti è di circa il 3%, ma una valutazione precisa è difficile a causa della difficoltà di verificare queste informazioni in loco.

La maggior parte dei pazienti ospedalizzati presenta segni vitali stabili al momento del ricovero, tranne una carenza di globuli bianchi.

Il 25% dei pazienti diagnosticati presenta invece sintomi gravi.

Uno studio sui primi 41 pazienti ospedalieri con una diagnosi confermata del virus a Wuhan ha messo in evidenza che due terzi di loro era in buona salute prima della loro infezione e un terzo era affetto da precedenti problemi di salute.

Tre quarti dei pazienti tossivano, poco più della metà aveva difficoltà a respirare e un terzo aveva gravi difficoltà respiratorie che richiedevano cure intensive.

Il 23 gennaio 2020, l’OMS ha dichiarato che la maggior parte dei pazienti deceduti aveva un sistema immunitario indebolito a causa di problemi di salute come diabete, ipertensione o malattie cardiovascolari.

Ad oggi, sono stati identificati oltre 20.000 casi, la stragrande maggioranza in Cina, e 494 decessi, tutti, tranne uno, in Cina.

Le autorità cinesi hanno adottato misure di contenimento eccezionali e sono stati isolati più di 56 milioni di persone, con conseguenze umanitarie catastrofiche.

Le conseguenze sull’economia cinese e mondiale di questa epidemia di coronavirus potrebbero essere molto importanti, interessando i settori dei trasporti, i mercati petroliferi, il turismo…

Esistono varie teorie sull’origine del coronavirus WuHan.

Mutazione del coronavirus del pipistrello o, secondo alcuni, un’arma biologica rilasciata accidentalmente.

Secondo Dany Shoham, un ex ufficiale dei servizi segreti israeliani, in un articolo pubblicato sul Washington Times, questo potrebbe essere il caso…

L’Istituto di virologia di Wuhan è stato aperto a gennaio 2018.

Il laboratorio ha ricevuto il massimo livello di sicurezza, il quarto.

Sono stati condotti esperimenti sui microrganismi più pericolosi che possono causare malattie potenzialmente letali, come il virus Ebola.

E se i test nucleari sono controllati, i test biologici, a questo livello, non lo sono.

Esistono pochissimi laboratori di livello 4 al mondo.

E l’Istituto Wuhan in Cina è unico nel suo genere.

Le condizioni di lavoro e le misure di sicurezza sono le più severe.

I ricercatori sono tenuti a cambiarsi, fare una doccia disinfettante prima e dopo aver usato le attrezzature di laboratorio.

In laboratorio, gli addetti ai lavori sono tenuti a indossare tute stagne e viene fornita aria purificata.

4 milioni di dollari sono stati stanziati per la costruzione e lo sviluppo dell’istituto.

Ma tutte queste precauzioni sono sufficienti per evitare problemi?

Il virus colpisce solo gli adulti di età superiore ai 18 anni, con una media dei casi intorno ai 49 anni.

È altamente contagioso e le persone che non hanno ancora sviluppato sintomi possono trasmettere la malattia, il che è eccezionale per i virus di tipo coronavirus.

Il tempo di incubazione è di 7-14 giorni.

La trasmissione avviene per via aerea, attraverso espettorato e starnuti, perché, ogni volta che si starnutisce, si libera una gran quantità di microgocce di saliva, dette ”goccioline di Flugge” che possono veicolare numerosi agenti patogeni.

Per quanto riguarda il trattamento dell’infezione da coronavirus, antibiotici e batteriofagi sono inefficaci perché trattano solo patologie batteriche.

Tuttavia, questo principio generale non è assoluto, poiché nel 10% dei casi possono verificarsi infezioni batteriche secondarie, inclusi streptococchi, su cellule indebolite dal coronavirus.

Nessun trattamento specifico è attualmente disponibile, ma alcuni antivirali come Nelfinavir (un farmaco utilizzato per tenere sotto controllo l’infezione da HIV) potrebbero essere modificati.

Diverse équipe in Cina, Russia, Stati Uniti, Francia e Italia stanno lavorando a un vaccino, ma la loro applicazione su larga scala non è prevista nel prossimo futuro.

I trattamenti ricevuti dai pazienti riguardano quindi principalmente i sintomi, al fine di promuovere la loro guarigione spontanea.

Come misura preventiva, raccomandiamo le classiche misure da adottare durante le epidemie di influenza: lavaggi frequenti delle mani (salviette disinfettanti o gel idroalcolici sono molto efficaci), evitare di toccare le superfici esposte a un gran numero di persone (maniglie delle porte , schienali …), evitare i mezzi pubblici e i luoghi affollati, starnutire e tossire in un fazzoletto usa e getta…

Sebbene questa epidemia sia attualmente in prima linea nei media, non dobbiamo farci prendere dal panico!

In caso di sintomi respiratori e febbre, bisogna rivolgersi a un medico, che può fare una diagnosi differenziale e indirizzare, se necessario, alla struttura in grado di fornire cure di qualità.

Prof. Dr. Eric Oquinarena
Ministro della Salute della Nazione Templare

ISCRIVITI

nazione templare

 

RICHIEDI LA NAZIONALITA DELLA
NAZIONE TEMPLARE

Clicca Qui e compila il modulo  

Accreditamento UUN – Unrepresented United Nations

Clicca qui

Inno della Nazione Templare "Sorgi Templare"
Clicca sull'immagine

nazione templare

 

Questo sito è stato creato in modo